Caffè e macinatura: “Perchè conta molto la macinatura giusta?”

con Nessun commento

neroro-caffe-macinato-e-in-grani

Conosciamo tutti il motivo per il quale maciniamo il Caffè?

 

Il Caffè tostato è un concentrato di aromi, profumi, fragranze.

Se in sè racchiude tutto questo, perchè bisogna frantumarlo per estrarne la bevanda e non utilizzarlo così com’è?

L’argomento sta rasentando la banalità, tuttavia è sempre bello trattare temi semplici ed ovvi che comunque a volte non tutti conoscono.

Dicevamo che il Caffè racchiude in sé un’esplosione di aromi. caffe-al-microscopio

In che modo questi ultimi sono intrappolati al suo interno sarebbe più facile spiegarlo osservando al microscopio elettronico la struttura del chicco.

Infatti osservando i particolari della struttura di un chicco notiamo subito che sono presenti una moltitudine di microcelle all’interno delle quali restano intrappolati gas, oli e molecole aromatiche.

Sono proprio quest’ultime le responsabili del buon sapore e del profumo che sentiamo quando ci avviciniamo ad una tazzina di caffè.

Il motivo per cui maciniamo il caffè prima di utilizzarlo sta proprio nel fatto che, triturandolo, infrangiamo la struttura del chicco e facciamo sì che gli oli, i grassi e tutti gli aromi in esso contenuti, affiorino sulla superficie dei micro granuli del macinato che otteniamo, per essere facilmente trasportati in tazza quando vengono attraversati da acqua bollente (a prescindere quindi dal metodo di estrazione utilizzato).

Di fondo, che sia espresso, moka o filtro, è sempre l’acqua a fare da agente di trasporto in tazza nel Caffè, oltre che esserne in assoluto l’ingradiente principale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *